Alla dialisi a Cetraro mancano gli ausiliari. L’appello dell’Aned. Allertati i direttori competenti

“La differenza tra servizio territoriale ed ospedaliero: ciò distingue la dialisi da ogni altro servizio da unità operativa. Ma il problema sta proprio in questo. Gli assistenti ai pazienti dializzati, gli ausiliari, all’ospedale di Cetraro vengono spostati e quindi utilizzati nei reparti. E alcuni di loro sono anche imboscati. E ciò non va bene”. È il pensiero dell’Aned, associazione nazionale dei dializzati che, per conto del suo responsabile provinciale Antonello Troya, lamenta la mancanza ormai da settimane di una figura ausiliaria in reparto. “Da circa tre settimane registriamo l’assoluta mancanza del servizio pomeridiano. Ed ora da alcuni giorni, anche di quello mattutino. Tra l’altro lo scorso mercoledì i pazienti hanno dovuto anche mettere a posto i letti e i vari accessori che permettono al paziente della dialisi di poter passare le 4 ore in serenità. Ho allertato della situazione il direttore sanitario competente, Vincenzo Cesareo, il quale si è messo a disposizione per prevenire ulteriori disagi ai pazienti. Allo stesso modo ho parlato con la direttrice del distretto, Angela Riccetti che ha manifestato l’intenzione e l’interesse a risolvere la questione in tempi brevi. Spero di non dovermi recare io a prendere le terapie in farmacia o a mettere in sicurezza i rifiuti pericolosi. Il letto l’ho già fatto. Cosa dovrei fare ancora?”

condividi l'articolo

p art 2