Amantea, furto aggravato. In manette un 36enne di Cosenza

l'uomo era già noto alle forze dell'ordine

A Campora San Giovanni, loc. la Principessa – i militari dell’Aliquota Radiomobile del Comando Compagnia Carabinieri di Paola, al comando del capitano Giordano Tognoni (nella foto), nel corso delle normali attività di controllo del territorio, intensificate durante il periodo natalizio in chiave di prevenzione e repressione dei reati predatori e contro il patrimonio, hanno tratto in arresto R.F., 36enne di Cosenza già noto alle Forze dell’Ordine. L’uomo è accusato del del reato di tentato furto aggravato ai danni del bar / rivendita tabacchi di un’area di servizio lungo la SS. 18.

I militari, durante un controllo di routine al distributore carburanti, sono stati insospettiti dalla presenza di un individuo intento ad armeggiare, con fare furtivo, sulla porta d’accesso dell’esercizio commerciale posto all’interno dell’area di servizio. L’immediato intervento dei Carabinieri ha consentito di bloccare l’uomo il quale, alla vista della macchina militare, aveva tentato di darsi alla fuga rifugiandosi a bordo della sua autovettura, parcheggiata nelle vicinanze. Le successive perquisizioni personale e veicolare hanno permesso di rinvenire alcuni attrezzi da scasso – un cacciavite ed una chiave universale artigianale (c.d. “spadino”).

Il 36enne, terminate le formalità di rito, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno presso la Procura della Repubblica di Paola, coordinata dal Procuratore – Dott. Pierpaolo Bruni – è stato trattenuto presso le camere di sicurezza. L’arresto è stato convalidato dal Giudice Monocratico – Dott. D’Arco – che ne ha disposto la sottoposizione all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

 

 

condividi l'articolo

p art 2