Sanremo, tutti contro Junior Cally. Proteste anche dal Tirreno Cosentino

tante le mail inviate alla rai

Anche dal Tirreno Cosentino arriva la protesta sulla scelta di invitare il rapper Junior Cally al Festival di Sanremo. Tante sono le mail inviate alla Rai dal tenore molto duro.
Considero vergognoso che partecipi a Sanremo Junior Cally, un rapper per ragazzini/e che ha nel suo repertorio canzoni contenenti frasi come queste:«Lei si chiama Gioia, beve poi ingoia. Balla mezza nuda, dopo te la da. Si chiama Gioia, perché fa la tr*ia, sì, per la gioia di mamma e papà». «Questa non sa cosa dice. Porca tro*a, quanto ca**o chiacchera? L’ho ammazzata, le ho strappato la borsa. C’ho rivestito la maschera». «state buoni, a queste donne alzo minigonne»; «me la chi*vo di brutto mentre legge Nietzche»; «ci scopi*mo Giusy Ferreri [la cantante ndr]»; «lo sai che fotti*mo Greta Menchi [una influencer, ndr]; «lo sai voglio fott*re con la Canalis [la conduttrice ndr]»; «queste put**ne con le Lelly Kelly non sanno che fott*no con Junior Cally»
“Ritengo – si legge nella mail – che la RAI potrebbe svolgere un ruolo importantissimo nel contrastare la violenza contro le donne. Ma quanto meno possa evitare di fomentarla dando spazio a soggetti come questo rapper”.

condividi l'articolo

p art 2