Coronavirus, il sindaco f.f. Impieri di Belvedere precisa: “Nessun allarme”

in stretto contatto con la prefettura

Un caso di coronavirus tra Belvedere e Diamante? “Non esiste alcuna possibilità – dice il sindaco facente funzioni di Belvedere Marittimo Francesca Impieri – che possa esistere un caso infettivo nei nostri paesi”. Sulla stessa linea il vicesindaco di Diamante, Pino Pascale, che ricorda cosa accade nei casi di procurato allarme. I fatti prendono il via stamattina quando una bambina cinese che frequenta una scuola a Diamante racconta alla maestra di fatti inerenti i suoi genitori o parenti, collegati in qualche modo al virus che sta infettando mezzo pianeta. La dirigente allerta i carabinieri e la prefettura. Allertato anche il comune di Belvedere dove i cinesi e la bambina abitano e il 118 regionale. I personaggi interessati vengono prelevati e portati a Cosenza e tenuti sotto controllo, ma del virus nessuna traccia. Nemmeno di un semplice raffreddore. Ora il sindaco f.f. Impieri attende disposizioni su ciò che deve fare in attesa dell’evolversi della situazione.

Antonello Troya

condividi l'articolo

p art 2