Coronavirus: isolamento per i cinesi di Belvedere

ma non c'è nesssun pericolo per la popolazione

Autovalutazione di rischio infezione: così viene indicata nell’ordinanza comunale la specifica che obbliga i due cinesi di Belvedere Marittimo a rimanere in isolamento per 15 giorni presso le proprie abitazioni. Per loro l’obbligo a rimanere chiusi in casa considerata la diagnosi che prevede questa profilassi. I due cittadini di nazionalità cinese residenti in Belvedere M.mo rientrati da poco tempo dalla Cina, sono stati immediatamente condotti presso l’Unità di Malattie Infettive dell’Ospedale Civile di Cosenza, ove sono stati eseguiti tutti gli accertamenti come da protocollo del Ministero della Salute e, allo stato, sono escluse patologie o altri sintomi che possano condurre alla malattia “coronavirus”. Gli stessi, tuttavia, seguendo la massima cautela imposta dal Ministero della Salute, saranno sottoposti ad un periodo di isolamento coatto per 15 giorni nella loro abitazione, ove saranno assistiti e monitorati, come dettato dall’Unità di Malattie Infettive.

 

condividi l'articolo

p art 2