Indebita percezione di fondi pubblici, annullato il processo per Telediamante

il procedimento ritorna al pm

Presso il Tribunale Penale di Paola, si è celebrata e subito azzerata, la prima udienza del processo nei confronti del legale rappresentante della nota emittente televisiva diamantese “Telediamante”. L’imputato, difeso dall’avv. Francesco Liserre, rispondeva del reato di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato perché, nella sua qualità di legale rappresentante della predetta emittente, in più occasioni, avrebbe autocertificato dati non veritieri ottenendo, dal Comitato Regionale per le Comunicazioni della Regione Calabria, indebite erogazioni di contributi pubblici. Il procedimento scaturiva da una complessa indagine della Guardia di Finanza di Scalea che, a seguito di puntuali riscontri incrociati con i dati dichiarati dal legale rappresentante dell’emittente, consentiva al PM di Paola la contestazione dei relativi reati. Tuttavia, non c’è stata neanche la possibilità che il dibattimento iniziasse perché, su eccezione preliminare procedurale sollevata dall’avvocato Liserre e pienamente accolta dal Tribunale, il processo veniva annullato e restituito al PM.

 

condividi l'articolo

p art 2