Cetraro Ospedale – rianimazione: il ds Vincenzo Cesareo silura il primario, medici e personale. È scontro al vertice della sanità locale

Si inasprisce lo scontro tra medici, personale e direzione sanitaria all’interno dell’ospedale di Cetraro. È di poco fa la lettera attraverso cui il direttore sanitario, Vincenzo Cesareo, ha disposto la sospensione delle attività del reparto di anestesia e rianimazione, affidato alla dottoressa Maria Franca Occhiuzzi e, secondo le esigenze d’ufficio il personale sarà utilizzato presso il reparto di pneumologia o destinato presso altre strutture provinciali. Una decisione forte che arriva all’indomani della lettera inviata prima alla stampa e poi al diretto interessato nella quale medici e personale tutto, lamentavano la decisione assunta dal commissario dell’asp Giuseppe Zuccatelli di proseguire sulla strada della realizzazione del centro covid-19.

Il primario Maria Franca Occhiuzzi e i dirigenti medici Alessandra Chidichimo, Francesco Amoroso, Fausto Gusmano, Teresa Impieri, Patrizia Sannuto, Giampiero Marra e Concetta Verre nella lettera evidenziavano la mancanza di dispositivi di sicurezza, la totale assenza di presidi per i pazienti, assenza di monitor e kit, presenza di ventilatori obsoleti, personale infermieristico e medico insufficiente, totale assenza di competenze specialistiche necessarie per il trattamento di pazienti Covid. Insomma una serie di questioni decisamente importanti che hanno provocato la reazione del direttore sanitario.

Antonello Troya

condividi l'articolo

p art 2