Aieta. Atti vandalici alla macchina del prete. Si cercano i responsabili

La macchina di Antonello Pandolfi, 54 anni sacerdote della parrocchia Santa Maria della Visitazione di Aieta, è stata presa di mira da sconosciuti che l’hanno danneggiata con graffi e colpi sulla carrozzeria. Il sacerdote la definisce una ragazzata, ma non è la prima volta che accade. «Sono stato in diverse parrocchie, ma questi episodi non mi erano mai accaduti prima. Non ho mai fatto del male a nessuno», spiega il parroco a LacNews24. L'utilitaria di don Antonello è stata graffiata di proposito, con una chiave o un cacciavite, lungo tutti i lati della carrozzeria, provocando oltretutto un ingente danno economico. La scoperta è avvenuta durante la settimana santa. La machina si trovava vicino alla chiesa dove il parroco celebra messa. «Sono qui da molto tempo – ha detto ancora - e ho sempre mantenuto buoni rapporti con tutti, sinceramente non capisco cosa può essere accaduto, stavolta denuncerò alle forze dell'ordine». Il parroco è stato già più volte oggetto di accuse, risultate tutte infondate.

 

 

per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail