Newsletter del 12 gennaio

Avrà inizio il 10 marzo prossimo l'udienza preliminare a carico di sei medici in servizio nell'azienda ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro per i quali la Procura della Repubblica ha chiesto il rinvio a giudizio. Si tratta di Fulvio Zullo, direttore fino al 2017 del Dipartimento universitario di Ostetricia e Ginecologia e consulente ginecologo/oncologo fino a tutto il 2019; Roberto Noia, dirigente di primo livello nel reparto di Ostetricia e Ginecologia; Andrea Gregorio Cosco, Menotti Pullano e Saverio Miceli, medici specialisti in Ostetricia e Ginecologia, e Roberto Venturella, responsabile del centro di Procreazione medicalmente assistita.

Diminuiscono i casi positivi (270, ieri erano 409), a fronte però di un minore numero di tamponi eseguiti (1.518) in Calabria. Cinque i decessi che portano il totale delle vittime dall'inizio della pandemia a 519

La Procura della Repubblica di Cosenza ha aperto un'inchiesta sulla morte di un giovane, G.M.B. di 28 anni, avvenuta ieri nella residenza psichiatrica sociosanitaria "Villa degli Oleandri" di Mendicino.

Il giovane era ristretto nella casa di cura, in regime di libertà vigilata, dopo il suo coinvolgimento nell'inchiesta 'Ricettopoli' del settembre 2019, che portò alla scoperta un sistema che avrebbe consentito ad alcuni tossicodipendenti di rifornirsi nelle farmacie di un medicinale contenente "ossicodone", poi spacciato nel mercato illegale come valido sostituto dell'eroina. 

 "Sebbene siano tanti anni che lavoro in sanità, accolgo questa sfida con emozione perché arriva in un momento particolare della mia maturazione professionale e sono convinto di poter dare un contributo e nello stesso tempo verificare da subito le potenzialità interne di questa azienda per metterle a sistema". Lo ha detto Vincenzo Carlo La Regina, neo commissario dell'Azienda provinciale di Cosenza, insediatosi ieri mattina alla guida dell'azienda.

 

 

 

per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail