L'araba fenice, simbolo della candidatura di Diamante a Capitale della Cultura 2024, donata dal maestro orafo Gerardo Sacco a Liliana Segre. È questo l'omaggio che la nostra comunità ha voluto conferire alla Senatrice a Vita nel corso di un incontro che si è svolto nel suo studio a Palazzo Giustiniani. È stato un momento emozionante avvenuto proprio nel Giorno della Memoria. “a Memoria, un dovere collettivo – ha detto il sindaco Senatore Ernesto Magorno - che dobbiamo esercitare quotidianamente sulla scia del meraviglioso esempio che Liliana Segre, cittadina onoraria di Diamante e Presidente Onoraria del Comitato che supporta la Candidatura di Diamante 2024, ci ha donato nel corso del tempo con la sua testimonianza. Coltivare i valori del rispetto e della tolleranza è oggi più che mai necessario per andare oltre un presente difficile in cui purtroppo registriamo episodi di intolleranza che fanno male, ma che non possono fermare il nostro lavoro volto a costruire un futuro migliore, più giusto.

Ringrazio il Presidente della Regione, Roberto Occhiuto, che ha consegnato il premio, il Presidente del Comitato che supporta la Candidatura di Diamante Capitale della Cultura, Prof. Eugenio Gaudio e il maestro Gerardo Sacco che ha creato e donato questa meravigliosa opera. Continueremo a essere al fianco di Liliana Segre in questa lotta per la verità”.

Il sindaco di Cetraro, Ermanno Cennamo, ha incontrato alcuni dirigenti della Regione Calabria per fare il punto sulla situazione dei finanziamenti relativi alle scuole. “Abbiamo ottenuto un nuovo finanziamento da destinare alla ristrutturazione ed ammodernamento dell'edificio che ospita la materna di via Marinella – ha spiegato il primo cittadino - Abbiamo discusso sulle fasi operative per l'avvio dei lavori della scuola media Corrado Alvaro e per la nuova scuola di San Filippo. Oltre al nuovo finanziamento della materna portiamo a casa la delibera di 150 mila euro per la messa in sicurezza delle strade urbane”.

Ieri pomeriggio il sindaco ha incontrato, assieme al vice sindaco Tommaso Cesareo Senior , la ditta ed i tecnici di Telecom per dare avvio ai lavori di cablaggio della fibra ottica, grazie alla stipula della convenzione firmata qualche mese addietro ed al progetto seguito dall’ex assessore Carmine Quercia.

 

Rischiava di soffocare ma il pronto intervento di un militare le ha probabilmente salvato la vita. E’ quanto accaduto ieri pomeriggio a Laino Borgo (cs) ad una bambina di dodici anni a bordo di uno Scuolabus. La pattuglia dei Carabinieri Forestale della locale Stazione era in transito in località “Aria della Praia” di Laino Borgo quando è stata attirata da alcuni bambini che correvano lungo la strada chiedendo aiuto perché una loro compagna di classe stava male all’interno dello Scuolabus. I militari prontamente si sono portati nello Scuolabus parcheggiato nelle vicinanze dove era presente l’autista intento nei primi soccorsi. La bambina era supina e priva di conoscenza e con la bocca serrata. Il Maresciallo è riuscito ad effettuare le necessarie manovre di primo soccorso che fortunatamente ne consentivano la respirazione autonoma ottenendo dopo alcuni minuti segni di miglioramento. Subito dopo, allertati dai militari, sono giunti i sanitari del 118 di Mormanno che la prendevano in carico e ne disponevano il trasferimento per ulteriori accertamenti presso il nosocomio di Cosenza

Diciamolo: la sinistra belvederese non ci sta facendo una bella figura. Paladina dell’ambiente ai tempi del “dagli addosso all’inquinatore” ora è passata ad “analizzare i fatti”. È passata dal “contro i pneumatici” al parco giochi per finire a sensibilizzare l’opinione pubblica sui “gravi” (?) danneggiamenti perpetrati ai danni dell’associazione che si occupa della gestione dello stesso. Per non parlare delle antenne. Nulla di più opinabile. Sono lì, in bella mostra e nessuno dei presunti ambientalisti del Partito Democratico, se non un’affacciata dal balcone della popolarità conquistata a colpi di “faremo”, “diremo”, e “prometto”, si è preso la briga di fare qualcosa di concreto. Una figuraccia: non c’è che dire. Una comparsata per dimostrare di esserci ancora, apparire presenti e in campo, pronti a giocare le carte della sopravvivenza politica.

Le antenne le hanno montate. È possibile che siano anche già in funzione. Buon per chi ha saputo giocarsi le carte dell’innovazione tecnologica a proprie spese e a quelle della città. Speriamo che siano innocue, se lo augurano i cittadini di Belvedere. Se lo augura la popolazione tutta. E una mossa, quella del Pd, che puzza tanto di compromesso.

Antonello Troya

Tommaso Cesareo è il nuovo vicesindaco di Cetraro. A lui la delega ai Lavori Pubblici, manutenzione e turismo. Cesareo sostituisce Barbara Falbo che si era dimessa nei giorni scorsi. Il sindaco di Cetraro, Ermanno Cennamo ha voluto ringraziare la Falbo per i lavoro svolto. All’ex vicesindaco rimangono le deleghe alle politiche sociali. “Non si tratta di cambi di casacche o di avvicendamenti – ha spiegato Cennamo - Tommaso e la mia giunta continueranno a dimostrare attaccamento a questa comunità che ha sete di risposte”. 

A Maurizio Iozzi il sindaco ha assegnato la delega al rilancio ed alla valorizzazione del centro storico, “uomo attento alle dinamiche di quel lembo di territorio che vogliamo valorizzare nel prosieguo della nostra legislatura”.

per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail