Ancora in calo i nuovi positivi in Calabria: sono 193 (ieri erano 253) i casi registrati nelle ultime 24 ore a fronte di 3.641 tamponi. Diminuiscono anche le vittime, quattro, meno una rispetto a ieri (1.109).

Nella serata di ieri i militari dell’Aliquota Radiomobile hanno elevato una sanzione amministrativa nel confronti del titolare di una birreria del centro di Rende e di 20 clienti, sorpresi intorno alla mezzanotte, all’interno del locale, intenti a consumare cibo e bevande ai tavoli, in chiara violazione dei divieti imposti dall’ultimo D.L. n. 52 del 22 aprile. I Carabinieri hanno anche disposto la chiusura immediata per cinque giorni della struttura recettiva.

Associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti nel basso comprensorio lametino. Con queste accuse i carabinieri della Compagnia di Girifalco, supportati da una squadra operativa e una unità cinofila dello squadrone eliportato cacciatori Calabria di Vibo Valentia, hanno posto agli arresti domiciliari un trentenne ed un trentatreenne di Maida ai quali hanno notificato un'ordinanza di applicazione di misura cautelare, emessa dal Tribunale di Catanzaro, su richiesta della locale Procura della Repubblica Dda.

La Sesta Sezione Penale della Suprema Corte di Cassazione, accogliendo il ricorso presentato dall'avv. Francesco Sorace, ha annullato l'obbligo di soggiorno applicato a Rocco Nicoletta nel dicembre 2019 dal Tribunale di Reggio Calabria, Sezione Misure di Prevenzione e confermato il 24 novembre 2020 dalla Corte di Appello di Reggio Calabria.

Furto, resistenza a pubblici ufficiali, fuga in caso di incidente con danni alle persone, omissione di soccorso e possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli. Queste le accuse con cui la squadra volante della Polizia di Stato di Catanzaro ha arrestato e posto ai domiciliari F.B., 38 anni, e S.B. (35) al termine di un inseguimento. Inoltre, S.B, sarà anche denunciato perché trovato alla guida di veicolo privo di copertura assicurativa e senza patente di guida, mai conseguita. 

 

Un danno erariale per oltre 3,5 milioni di euro è stato contestato dai finanzieri del Comando di Cosenza, che hanno agito su delega della Procura della Corte dei Conti della Calabria, a 4 dirigenti dell' Azienda sanitaria provinciale di Cosenza. Ai tre lo scorso gennaio erano stati notificati altrettanti "atti di costituzione in mora" con inviti a dedurre.

Una regione classificata a rischio moderato e senza alta probabilità di progressione a rischio alto nelle prossime settimane. E' questa la classificazione della Calabria uscita dal monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute andato all'esame della cabina di regia. La Calabria resta così in zona gialla e vede ridurre anche i dati giornalieri delle positività anche se con un numero di tamponi inferiore rispetto ai giorni scorsi. Oggi, nel bollettino del dipartimento Salute della Regione, sono segnalati 253 nuovi casi (ieri 327) con 3.372 tamponi ed un tasso di positività del 9,69% (ieri 8,70%). Cinque le vittime (1.105). 

In Calabria è immunizzato - ha ricevuto cioè le due dosi di vaccino - il 60,09% dei 138.517 over 80. La media nazionale è del 76,87%. La prima dose è stata somministrata al 70,27% (media Italia 88,51%). Lo rivela il report settimanale sui vaccini pubblicato dalla struttura commissariale. Nella fascia di età 70-79 anni, gli immunizzati, su 185.899 anziani, sono il 19,31% (Italia 20,40%) mentre la prima dose è stata somministrata al 60,96 (Italia 75,16%). Per i 15.534 ospiti delle Rsa, è immunizzato l'83,37% (Italia 81,91%) mentre la prima dose è stata somministrata al 100% (Italia 97,44%). Tra il personale sanitario, quantificato in 46.862 unità, è immunizzato l'89,03% (Italia 82,50%) e la prima dose è andata al 99,22% (Italia 96,19%). Sui 46.350 operatori scolastici, è immunizzato il 6,23% (Italia 11,86%) e ha ricevuto la prima dose il 59,51 (Italia 77,17%). 

Positivi al tampone molecolare erano usciti da casa normalmente come se nulla fosse, non ottemperando al provvedimento di quarantena domiciliare firmato dal sindaco che avrebbero dovuto rispettare. Fratello e sorella di 24 e 29 anni, di San Luca, in provincia di Reggio Calabria, sono stati trovati a spasso per il paese e denunciati in stato di libertà dai carabinieri per violazione delle norme imposte per impedire il diffondersi dei contagi da Covid 19. A seguito di un controllo nell'abitazione di famiglia, i giovani non sono stati trovati in casa dai militari che, dopo gli opportuni accertamenti mirati a verificare che non avessero ricevuto autorizzazioni particolari ad uscire, hanno proceduto a denunciarli.

Deteneva illegalmente in casa cinque testuggini appartenenti alla specie Testudo hermanni , protette dalla Convenzione di Washington. Un uomo è stato denunciato a Mesoraca dai carabinieri forestali che hanno sequestrato gli esemplari in suo possesso. I militari, recatisi nell'abitazione dell'uomo per una perquisizione a caccia di sostanze stupefacenti si sono imbattute nelle tartarughe la cui specie è particolarmente protetta perché unica autoctona del Sud Italia e sottoposta ad un forte prelievo dal suo ambiente naturale che ne mette a rischio la sopravvivenza. Il detentore degli animali non è stato in grado di fornire alcuna documentazione attestante la provenienza lecita degli esemplari che sono stati trasferiti per le cure e e gli accertamenti del caso nel Centro recupero animali selvatici (Cras) di Catanzaro. Successivamente saranno rimesse in libertà in natura.

Autocertificazioni taroccate con lo scopo di percepire indebitamente i buoni spesa Covid. Sono 478 le persone denunciate dai carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia con l'accusa di false attestazioni a incaricato di pubblico servizio e indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato, nell'ambito di un'operazione coordinata dalla Procura.

Cani di razza pittbull e strumenti di allenamento per animali vietati sono stati sequestrati dalla Polizia provinciale di Cosenza, coadiuvata da volontari del Movimento "Stop Animal Crimes Italia" ad un uomo di Mendicino, in provincia di Cosenza, che è stato denunciato per maltrattamento di animali. L'ipotesi avanzata è che gli animali fossero detenuti nell'allevamento, che è stato sequestrato, per essere destinati a combattimenti clandestini.

 

Il sindaco di Praia a Mare Antonio Praticò e un funzionario dello stesso comune sono stati arrestati e posti ai domiciliari nel corso dell'operazione "Amici in Comune" condotta dai finanzieri della Tenenza di Scalea che hanno anche eseguito 9 misure interdittive nei confronti dell'ex sindaco di un altro comune, imprenditori e funzionari emesse dal gip su richiesta del procuratore di Paola Pierpaolo Bruni. Sarebbero emerse condotte poste in essere da pubblici ufficiali in concorso con imprenditori e professionisti che avrebbero determinato collusioni e turbative d'asta.

Sono 327 i nuovi positivi in Calabria (ieri 280) a fronte di 3.757 tamponi con un tasso di positività dell'8,70%. Quattro le vittime con 1.100 decessi complessivi da inizio pandemia. In calo di due unità i ricoveri in area medica (400) mentre restano stabili a 28 quelli in terapia intensiva. Forte flessione (-503) anche per gli isolati a domicilio che sono 12.025 e dei casi attivi (12.453) con un -505. Di contro l'ovvio balzo avanti dei guariti cresciuti di 828 (50.409). I positivi riscontrati oggi sono suddivisi tra Cosenza 110, Catanzaro 46, Crotone 40, Vibo Valentia 15, Reggio Calabria 116. Sono stati sottoposti a test 753.305 soggetti per un totale di 817.225 tamponi eseguiti con 63.962 positivi.

Un uomo ed una donna, rispettivamente di 52 e 37 anni, sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Rende, in esecuzione di un'ordinanza emessa dal gip su richiesta della Procura della Repubblica di Cosenza, per violenza sessuale di gruppo nei confronti di una minore di 17 anni. I carabinieri, nel corso di approfondimenti investigativi riguardanti altri reati, si sono imbattuti nell'episodio commesso in un comune del cosentino a giugno del 2020 quando gli arrestati, secondo l'accusa, hanno attirato con una stratagemma la ragazzina - con la quale c'era un rapporto di conoscenza - nell'abitazione della donna. La vittima, inconsapevole di ciò che sarebbe accaduto e confidando nel rapporto di amicizia intercorso con i due, è stata costretta a subire atti sessuali di gruppo.- nell'abitazione della donna. I due soggetti, sottoposti agli arresti domiciliari e posti a disposizione dell'Ag inquirente, sono ritenuti anche responsabili di aver abusato della minore in condizioni di inferiorità psichica poiché affetta da un disturbo cognitivo. 

Beni per 15 milioni di euro sono stati sequestrati dai carabinieri a conclusione dell'operazione "Metameria" coordinata dal procuratore di Reggio Calabria Giovanni Bombardieri e dai pm della Dda Stefano Musolino, Walter Ignazitto e Domenico Cappelleri. Il provvedimento è stato emesso dal gip nei confronti di 5 società e del loro patrimonio aziendale: la "Panoramic Stop di Penna Vincenza & Co", l'impresa individuale "Api di Iannò Francesco", la "Eco. F.a.l. di La Valle Egidio e Francesco, la "Logam - Logistica per l'ambiente" e la "BM Service". Quindici persone sono state denunciate in stato di libertà per riciclaggio ed autoriciclaggio, violazione delle norme sulle accise e fatturazione per operazioni inesistenti. L'inchiesta "Metameria" ha portato, il 16 febbraio scorso, a 28 ordinanze di custodia cautelare contro la cosca Condello. 

Una donna di 40 anni ha accusato una forte reazione allergica immediatamente dopo la seconda inoculazione di vaccino Pfizer. L’accaduto al centro vaccinale di Lattarico. La donna è stata prontamente soccorsa dai medici presenti ed è stata trasportata all’ospedale Annunziata di Cosenza. Le sue condizioni non sarebbero preoccupanti.

«Sensibilizzare i calabresi a vaccinarsi per tornare al più presto alla normalità»: è l’obiettivo del 'Family Vax Day' lanciato per oggi, sabato 15 maggio, in occasione della Giornata internazionale della Famiglia, dalla Regione Calabria, commissario ad acta per la sanità, Protezione civile, Difesa, Aziende sanitarie e Croce rossa”. Lo riferisce in una nota la Protezione civile della Regione Calabria.

I centri vaccinali che sono stati potenziati come numero di prenotazioni e dove verrà somministrato anche il vaccino Johnson&Johnson sono: Catanzaro-Ente Fiera, Reggio-Palazzo Campanella-Gom-Polizia di Stato, Siderno, Crotone-Croce Rossa, Centro di Salute mentale via Nazioni Unite, Cirò Marina, Mesoraca, Vibo-Palaventia, Ricadi, Filadelfia, Serra San Bruno Corigliano-Rossano, Praia a Mare, Lattarico, Serra San Bruno.

Per accedere è sempre necessario doversi prenotare sulla piattaforma. «La prenotazione – spiega ancora la Protezione civile -  è obbligatoria per evitare disagi e assembramenti e per far lavorare in serenità ed efficienza il personale». Potranno accedere alla vaccinazione le categorie fragili, le classi di età over 50 e i caregiver. Infine, la Protezione civile della Regione Calabria comunica che le prenotazioni per gli over 40 partiranno tra il 19 e il 20 maggio.

 

 

Turbata libertà degli incanti, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, rivelazione di segreto d’ufficio e falso ideologico in atto pubblico. Sono undici le misure cautelari disposte dal gip Rosamaria Mesiti, su richiesta della Procura di Paola, nell’ambito dell’inchiesta “Amici in Comune”, che ha portato agli arresti domiciliari il sindaco e un dirigente dell’ufficio tecnico di un Comune dell’Alto Tirreno, la misura interdittiva della sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio per 12 mesi, nei confronti del dirigente dell’ufficio amministrativo dello stesso Comune, nonché la misura interdittiva del divieto temporaneo a contrarre con la Pubblica amministrazione per 12 mesi, nei confronti di 8 imprenditori, tra cui un ex sindaco di un altro Comune dell’Alto Tirreno. Tre, invece, gli indagati a piede libero.

I nomi e le funzioni degli indagati

Giovanni Antonio Argirò, responsabile della Centrale unica di committenza dei Comuni di Praia a Mare, Diamante e Belvedere Marittimo, nonché presidente della Commissione di gara; 

Rosa Grisolia, responsabile dell’area amministrativa generale del Comune di Praia a Mare e responsabile unico del procedimento; 

Rocco Domenico, amministratore di fatto della società “Rocco Bus srl”; 

Giorgio De Rosa, presidente, amministratore di diritto fino al 5 settembre 2019 e amministratore di fatto della società sportiva dilettantistica “Dgs Praia”; 

Stefano De Rosa, vicepresidente della società sportiva dilettantistica “Dgs Praia”;

Pietro Praticò, segretario verbalizzante della Commissione di gara; 

Antonio Praticò, sindaco del Comune di Praia; 

Antonio Masturzo, ingegnere; 

Lucia Pepe, componente della Commissione di gara; 

Pasquale Lamboglia, ingegnere professionista partecipante alla gara; 

Ernesto Lupinacci, architetto inviato alla procedura negoziata senza bando di gara; 

Alfonso Francesco Alimena, presidente della Commissione giudicatrice; 

Giovanni Condicelli, rappresentante legale della ditta “Ignacchitti srl”; 

Nicola Gabriele, imprenditore partecipante alla gara.

 

Fonte Calabria 7

per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail