Belvedere, lezioni in presenza. Genitori sul piede di guerra

A meno di clamorosi colpi di scena la scuola in presenza, a Belvedere Marittimo, dovrebbe aprire i battenti domani mattina. Alle 8.00 i genitori accompagneranno i propri figli a scuola, senza alcuna certezza e sicurezza che il Covid non li colpisca. Sono state vacanze natalizie all’insegna della confusione: scuola si, scuola no. Ma la decisione della commissaria, Regina Antonella Bardari, oltremodo scontata, ha scatenato una vera e propria bagarre tra i genitori, intenzionati a non mandare i propri ragazzi tra i banchi. Il rischio è troppo alto. Aver cercato di tutelarli durante queste due settimane e poi rischiare una infezione da Covid ha portato tanti genitori a optare per una volontaria decisione, del tutto autonoma, di non mandare i figli a scuola. Ed è ciò che viene fuori dai post (tantissimi) e dai gruppi formati sui social e wapp: domani mattina tantissime mamme non manderanno i propri ragazzi a scuola. Anzi sono intenzionati ad incontrarsi in un comitato virtuale e chiedere un incontro alla commissaria prefettizia, affinché possa ritornare sui suoi passi e decidere diversamente.

Antonello Troya

per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail