Covid, l'Asp sorveglia Buonvicino. A Tortora era un falso positivo

I sei i casi registrati a Buonvicino hanno permesso che l'Asp tenesse sotto controllo i cittadini venuti a contatto con il paziente malato.. Il caso registrato a Tortora, di un infermiere che lavora alla struttura dell’Asp di Scalea, si è rivelato poi un falso positivo. I sei casi di Buonvicino registrati nelle ultime ore riguardano figli e nipoti dell’anziano che si è recato presso la Tirrenia Hospital di Belvedere, e che ha obbligato il sindaco Cascini ad emettere una serie di ordinanze di quarantena per i medici e infermieri che sono entrati in contatto con il paziente positivo.

per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail