Carabinieri in azione. Tre arresti tra Scalea, Praia e Tortora

 i Carabinieri della Compagnia di Scalea in questi giorni hanno intensificato i controlli impiegando numerose pattuglie su tutta la fascia dell’Alto Tirreno Cosentino, militari impiegati sul controllo alla circolazione stradale lungo le principali arterie e sulla verifica delle disposizioni vigenti per contrastare la diffusione del covid-19. Nonostante l’emergenza sanitaria in atto, sono state potenziate anche le attività di prevenzione e contrasto in materia di stupefacenti e reati contro il patrimonio.

Nel pomeriggio di martedì, a Scalea, i militari della locale Sezione Radiomobile hanno tratto in arresto per furto aggravato un senegalese di 42 anni, da tempo residente nel comune scalioto, già noto alle Forze dell’Ordine.

L’uomo è stato sorpreso nella proprietà recintata antistante un’abitazione estiva, allo stato disabitata, nel mentre, con una lunga canna metallica alla cui estremità aveva attaccato un gancio in ferro, strappava le pigne ancora pressoché verdi dai Pini domestici piantati nel giardino. Ricordiamo che tale pratica, purtroppo in crescita all'interno dei parchi delle grandi città e spesso frutto di un vero e proprio traffico organizzato, è assolutamente vietata e sanzionabile.

Informata la Procura della Repubblica di Paola, il senegalese è stato dichiarato in stato di arresto e, nel corso dell’udienza per rito direttissimo svoltasi presso il Tribunale di Paola, l’arresto è stato convalidato senza l’adozione di alcuna misura cautelare.  

Contestualmente, nel comune di Tortora, i militari del Comando Stazione di Praia a Mare hanno tratto in arresto D.R. classe 1975, già sottoposto agli arresti domiciliari su disposizione di un provvedimento emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Cosenza che ha recepito pienamente le risultanze investigative dei Carabinieri che hanno accertato, nei giorni precedenti, alcune violazioni, da parte del prevenuto, degli obblighi derivanti dalla predetta misura. L’uomo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Paola.

Sempre i Carabinieri di Praia a Mare, nel primo pomeriggio di mercoledì, dopo un attenta attività di monitoraggio della locale Stazione Ferroviaria, hanno arrestato un giovane 31enne residente a Vibonati (SA) per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I militari sono stati attratti dalle movenze sospette del giovane che, fingendo di essere in attesa di un treno, si aggirava per gli ambienti della Stazione Ferroviaria fermando i diversi passanti con i quali aveva brevissimi colloqui. Pertanto il 31enne è stato fermato e, una volta perquisito, gli sono stati rinvenuti 57 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, denaro contante in banconote di piccolo taglio ed un kit portatile per il confezionamento della droga compreso di bilancino di precisione.

Informata la Procura della Repubblica di Paola, il giovane 31enne è stato dichiaratoin stato di arresto. Nel corso dell’udienza per rito direttissimo odierna presso il Tribunale di Paola, l’arresto è stato convalidato ed è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza.  

per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail