Cetraro, rinasce Forza Italia. Nutrita partecipazione all'incontro

Rinasce Forza Italia a Cetraro. Nei giorni scorsi vecchi e nuovi militanti di Forza Italia si sono autoconvocati in una riunione con all’ordine del giorno la “ristrutturazione” del partito. Il circolo, commissariato dal 2018, esce da un periodo di gestione “poco inclusiva”, che si è conclusa, appunto, con le dimissioni del vecchio commissario, poi coordinatore, formalizzate negli ultimi giorni del 2020. Erano presenti all’incontro i membri di “Cetraro Attiva”, tra cui Francesco Caldiero, che ha moderato l’incontro, Gigi Tripicchio, Luca Credidio (delegato alla Provincia di Cs per FI), Egidio Settimio, Mariella Bernardo, delegata per il dipartimento pari opportunità della Regione Calabria, presso il Comune di Cetraro, Carmine Occhiuzzi, Salvatore Zicca, Germano Spaccarotella e Fabrizio Avolio. L’Assessore comunale Tommaso Cesareo (primo eletto nelle ultime due competizioni elettorali), che ha superato di gran lunga l’On. Giuseppe Aieta, alle elezioni del Sindaco 2020; le consigliere di maggioranza Giovanna Esposito e Cristina Forestiero (quest’ultima anche rappresentante di Azzurro donna per Cetraro) e Valentina Roveto.

Il prof. Ciro Visca, due volte Sindaco di Cetraro e attuale presidente della pro-loco e l’ex Consigliere Provinciale di FI Maurizio Iozzi, ex membro del direttivo Provinciale.

Hanno partecipato anche un gran numero di simpatizzanti del partito del Cavaliere.

All’esito della riunione, all’unanimità, si è deciso di nominare un soggetto, espressione del circolo Cetrarese, che dovrà essere a diretto contatto con il prossimo Commissario che verrà nominato dall’On Gianluca Gallo. Compito del Commissario sarà quello di traghettare il circolo alle elezioni di un coordinatore e del direttivo locale. Si è deciso, inoltre, di iniziare una campagna tesseramento tesa al rinnovo delle tessere per tutti i vecchi e di primo tesseramento per i nuovi.

Incontestabile il dato che la comunità Cetrarese ha un cuore di destra ancora pulsante. A confermarlo i dati delle ultime Politiche 2018 che hanno visto il centro-destra con 1698 preferenze alla Camera e 1472 al Senato, contro un modestissimo numero di 710 preferenze per il centro-sinistra alla Camera e di 687 al Senato. Praticamente raddoppiato il centro-sinistra. Così come pure alle Europee 2019, che ha visto i partiti di centro-destra ottenere 1149 voti contro i 774 del centro-sinistra a trazione PD. Infine, il dato politico delle regionali 2020 che conferma il cuore, per la maggior parte liberale, dei Cetraresi, che ha visto la coalizione guidata dalla Santelli ottenere 2.264 preferenze contro i 2.068 voti della coalizione guidata da Callipo.

In ultimo la decisione di dedicare la futura sede del Circolo alla compianta Jole Santelli.

Questi i dati posti a fondamento della convinzione che a Cetraro è ancora possibile inseguire il sogno di vedere il centro-destra finalmente compatto, magari alle comunali del 2025 ed ottenere finalmente un sindaco di centro-destra.

 

 

 

per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail