Il sindaco di Diamante, Ernesto Magorno, ha emesso una nuova ordinanza che dispone importanti misure per la prevenzione e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Alle ore 11.00, in diretta Facebook, il Sindaco, Sen. Ernesto Magorno illustrerà nel dettaglio l’ordinanza. Nel testo si specifica, in premessa, che su tutto il territorio comunale si applicano le misure di prevenzione e gestione dell’emergenza COVID per come già stabilite con DPCM 13.10.2020, con ulteriori restrizioni volte a realizzare le condizioni per una migliore attuazione delle stesse con riferimento allo specifico contesto territoriale del Comune di Diamante e dell’attuale andamento epidemiologico anche dei comuni limitrofi. L’ordinanza dispone, tra le altre cose, che tutti i soggetti che dalla data dell’emissione dell’atto si trovano fuori regione ed hanno intenzione di recarsi a Diamante, hanno l’obbligo di comunicare l’evento almeno 48 ore prima della partenza attraverso lo specifico servizio on-line raggiungibile tramite la sezione “Rientra a Diamante” presente sul sito istituzionale del Comune di Diamante www.comune-diamante.it. Gli stessi, sempre attraverso la sezione “Rientra a Diamante”, sono tenuti a trasmettere al Comune di Diamante entro il giorno di arrivo sul territorio la copia di un referto di negatività COVID di data non antecedente alle 72 ore precedenti l’arrivo.  Tutti i soggetti residenti, dimoranti e/o con domicilio sul territorio, ivi compresi titolari di attività commerciali, produttive, ecc. che, dalla data dell’emissione dell’ordinanza si trovano sul territorio comunale di Diamante e che si recano fuori regione, per poi fare rientro a Diamante, hanno l’obbligo di comunicare l’evento almeno 48 ore prima della partenza, nella sezione “Partenza e rientro”.  Gli stessi entro 72 ore successive al rientro dovranno trasmettere al Comune di Diamante nella sezione “Rientro a Diamante”, copia di un referto di negatività Covid di data non antecedente alle 72 ore precedenti.  

L’ordinanza dispone inoltre che i gestori di attività   commerciale   dovranno stabilire e comunicare, tramite la sezione “Orari Covid”, presente sul sito istituzionale del Comune di Diamante i loro orari di apertura e chiusura all’interno delle fasce orarie stabilite dall’ordinanza stessa, così specificate dalle ore 09.00 alle ore 21.00 per le attività riconducibili alle sale giochi, sale scommesse, lotterie e similari, ricevitorie e similari ed i relativi corner.  Dalle ore 05.00 alle ore 24.00 per tutte le rimanenti attività. E ancora, nell’ordinanza si dispone che, dalle ore 21.00 alle ore 06.00 è stabilito il divieto di consumazione di alcolici in tutti i luoghi pubblici di competenza comunale ivi compresi gli spazi condotti da qualsiasi attività se non ricompresi nella licenza commerciale e/o equivalente e/o all’interno di dehors di ristoranti, pizzerie e paninoteche. All’interno dei dehors è vietata la somministrazione di superalcolici. Tutte le altre attività ivi compresi i bar non potranno quindi somministrare alcolici e/o superalcolici dalle ore 21.00 alle ore 06.00 all’esterno dei locali originariamente compresi nella licenza commerciale e/o equivalente L’ordinanza inoltre, stabilisce che tutti i distributori automatici, fatta eccezione di quelli legati a prodotti dei monopoli di stato, per il rifornimento di carburante e per i trasporti nonché di prodotti farmaceutici e o presidi medici in genere, siano accessibili dalle ore 05.00 alle ore 24.00. Fuori da detti orari i distributori dovranno essere disalimentati.  Tutte gli esercizi che svolgono la propria attività anche in forma di asporto/consegna a domicilio   dovranno stabilire e comunicare tramite la sezione “Asporto e consegne Covid” presente sul sito istituzionale del Comune di Diamante   i propri orari di offerta del servizio all’interno intervallo temporale compreso tra le ore05.00 e le ore 24.00.

 

 i Carabinieri della Compagnia di Scalea in questi giorni hanno intensificato i controlli impiegando numerose pattuglie su tutta la fascia dell’Alto Tirreno Cosentino, militari impiegati sul controllo alla circolazione stradale lungo le principali arterie e sulla verifica delle disposizioni vigenti per contrastare la diffusione del covid-19. Nonostante l’emergenza sanitaria in atto, sono state potenziate anche le attività di prevenzione e contrasto in materia di stupefacenti e reati contro il patrimonio.

Nel pomeriggio di martedì, a Scalea, i militari della locale Sezione Radiomobile hanno tratto in arresto per furto aggravato un senegalese di 42 anni, da tempo residente nel comune scalioto, già noto alle Forze dell’Ordine.

L’uomo è stato sorpreso nella proprietà recintata antistante un’abitazione estiva, allo stato disabitata, nel mentre, con una lunga canna metallica alla cui estremità aveva attaccato un gancio in ferro, strappava le pigne ancora pressoché verdi dai Pini domestici piantati nel giardino. Ricordiamo che tale pratica, purtroppo in crescita all'interno dei parchi delle grandi città e spesso frutto di un vero e proprio traffico organizzato, è assolutamente vietata e sanzionabile.

Informata la Procura della Repubblica di Paola, il senegalese è stato dichiarato in stato di arresto e, nel corso dell’udienza per rito direttissimo svoltasi presso il Tribunale di Paola, l’arresto è stato convalidato senza l’adozione di alcuna misura cautelare.  

Contestualmente, nel comune di Tortora, i militari del Comando Stazione di Praia a Mare hanno tratto in arresto D.R. classe 1975, già sottoposto agli arresti domiciliari su disposizione di un provvedimento emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Cosenza che ha recepito pienamente le risultanze investigative dei Carabinieri che hanno accertato, nei giorni precedenti, alcune violazioni, da parte del prevenuto, degli obblighi derivanti dalla predetta misura. L’uomo è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Paola.

Sempre i Carabinieri di Praia a Mare, nel primo pomeriggio di mercoledì, dopo un attenta attività di monitoraggio della locale Stazione Ferroviaria, hanno arrestato un giovane 31enne residente a Vibonati (SA) per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I militari sono stati attratti dalle movenze sospette del giovane che, fingendo di essere in attesa di un treno, si aggirava per gli ambienti della Stazione Ferroviaria fermando i diversi passanti con i quali aveva brevissimi colloqui. Pertanto il 31enne è stato fermato e, una volta perquisito, gli sono stati rinvenuti 57 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, denaro contante in banconote di piccolo taglio ed un kit portatile per il confezionamento della droga compreso di bilancino di precisione.

Informata la Procura della Repubblica di Paola, il giovane 31enne è stato dichiaratoin stato di arresto. Nel corso dell’udienza per rito direttissimo odierna presso il Tribunale di Paola, l’arresto è stato convalidato ed è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza.  

Il Gruppo Consiliare “Belvedere Città Futura” partecipa, commosso e addolorato, al lutto per la improvvisa perdita del Presidente della Regione Calabria Jole Santelli.
La nostra terra perde una donna tenace, forte, combattiva, che, nonostante la malattia, non ha mai lesinato il suo impegno per il rispetto del ruolo istituzionale ricoperto.
I consiglieri di minoranza

++++ I dai sono arrivati pochi minuti fa dal laboratorio di analisi dell’ospedale di Cetraro: altre tre persone risultate positive al Sars-Covid 2. Si tratta di un uomo e di una coppia di Belvedere Marittimo. Anche loro avrebbero preso parte al matrimonio degli inizi di ottobre. Sale così a otto il numero certo dei positivi. Nel pomeriggio sono attesi ulteriori dati +++++

per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail