Tornano a crescere i contagi ed il tasso di positività in Calabria - con un andamento altalenante - mentre dopo la vittima di ieri oggi torna a zero il conteggio dei decessi da Covid. I nuovi positivi sono 71 (ieri 33 con un numero di tamponi pressoché uguale) ed il tasso di positività risale dall'1,45% di ieri al 3,42% di oggi.

Avviso di conclusione indagini per gli indagati dell’operazione “Katarion”. Era il 10 marzo quando il Gip. di Catanzaro, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, a firma di Nicola Gratteri, diede il via alle ordinanze di custodia cautelare, nei confronti di 48 soggetti, indagati, a vario titolo, dei reati di “associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti; produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti; estorsione, tentata e consumata, aggravata dal ricorso al metodo mafioso; detenzione illegale di armi da fuoco”, nell’ambito delle investigazioni relative ad un’organizzazione criminale operante sotto l’egida della storica consorteria mafiosa “Muto” di Cetraro. Dieci di loro finirono in carcere otto ai domiciliari e 15 obblighi di presentazione alla Polizia giudiziaria.

Una operazione che colpiva il clan Muto e che seguiva le altrettanto importanti operazioni “Frontiera” e “Murales”. L’obiettivo era la riorganizzazione del gruppo criminale e l’approvvigionamento di grandi quantitativi di droga per le piazze di Scalea, Santa Maria del Cedro, Belvedere Marittimo, Diamante, Buonvicino, Guardia Piemontese e Cetraro. Durante l’operazione fu scoperto anche un bunker.

L’operazione prese il nome da una zona di Cetraro, un promontorio denominato appunto Katarion e partì dalla denuncia di una donna anziana preoccupata per le sorti del nipote, drogato e anche spacciatore.

Come si ricorderà a seguito dell’operazione antidroga la criminalità rispose pochi giorni dopo con colpi di pistola sparati all’autovettura del maresciallo D’Ambrosio comandante della stazione dei carabinieri di Cetraro.

Antonello Troya

Sono 59 i nuovi contagi da Covid in Calabria contro i 39 di ieri ed un minor numero di tamponi fatti. Il tasso di positività sale così al 5,4% contro il 2,25% di ieri. Nessuna vittima è stata registrata nelle ultime 24 ore. Sul fronte ospedaliero, restano stabili a 50 i ricoverati in area medica, mentre salgono a 5 quelli in terapia intensiva (+1). I nuovi positivi sono 2.051 (+45) mentre gli isolati a domicilio 1.996 (+44). I nuovi guariti sono 14. Ad oggi sono stati eseguiti 967.073 tamponi con 69.701 positivi. 

 

La Procura della Repubblica di Castrovillari ha chiesto il rinvio a giudizio di Isabella Internò, accusata dell'omicidio dell'ex fidanzato, il calciatore del Cosenza Donato "Denis" Bergamini, morto il 18 novembre 1989 sulla statale 106 all'altezza di Roseto Capo Spulico. L'udienza davanti al gup è stata fissata per il 2 settembre prossimo.

La Internò è accusata di concorso in omicidio aggravato dalla premeditazione e dai motivi abietti e futili.

Secondo la ricostruzione dell'accusa, dunque, Isabella Internò avrebbe, "in concorso con altre persone rimaste ignote", narcotizzato Bergamini poi asfissiato meccanicamente con uno strumento soft e quindi adagiato, già morto, sulla statale allo scopo di farlo investire da uno dei mezzi in transito. E sulla strada, è scritto nel capo d'imputazione, "effettivamente veniva investito da un autocarro condotto da Raffaele Pisano".

Quest'ultimo era stato giudicato, e assolto, in passato dall'accusa di omicidio colposo. In una prima fase, infatti, la morte di Bergamini fu attribuita ad un suicidio. L'inchiesta era stata riaperta sei anni fa dall'ex procuratore di Castrovillari Eugenio Facciolla - dopo una richiesta in tal senso di Donata Bergamini e Maria Zerbini, sorella e madre del calciatore - assistite dall'avv. Fabio Anselmo - e poi proseguita e chiusa dal pm Luca Primicerio.

In questa nuova inchiesta la posizioni dell'autista del Tir è stata archiviata così come quella del marito della donna, che inizialmente risultava indagato per favoreggiamento in relazione alle dichiarazioni fornite dalla moglie in fase di escussione come teste.

Secondo l'accusa, Isabella Internò avrebbe ucciso Bergamini perché non accettava la decisione presa dal calciatore di interrompere la relazione con lei. 

 

 

Sono 51 i nuovi casi positivi al coronavirus registrati in Calabria nelle ultime 24 ore. Zero i decessi, mentre i guariti oggi si sono 53. È quanto riportato dal bollettino odierno diramato dalla Regione, che registra anche un +1 per quanto riguarda i ricoveri e un +1 per le terapie intensive – in totale attualmente sono rispettivamente 48 e 4 in tutta la Regione.

I contagi odierni sono così suddivisi: Catanzaro 6, Cosenza 21, Crotone 4, Reggio Calabria 16, Vibo Valentia 3, altra regione o Stato estero 1.

– Catanzaro: casi attivi 41 (5 in reparto, 2 in terapia intensiva, 34 in isolamento domiciliare); casi chiusi 10231 (10087 guariti, 144 deceduti);
– Cosenza: casi attivi 1526 (25 in reparto, 1 in terapia intensiva, 1500 in isolamento domiciliare); casi chiusi 21798 (21239 guariti, 559 deceduti);
– Crotone: casi attivi 47 (2 in reparto, 0 in terapia intensiva, 45 in isolamento domiciliare); casi chiusi 6565 (6464 guariti, 101 deceduti);
– Reggio Calabria: casi attivi 202 (12 in reparto, 1 in terapia intensiva, 189 in isolamento domiciliare); casi chiusi 23074 (22736 guariti, 338 deceduti);
– Vibo Valentia: casi attivi 17 (3 in reparto, 0 in terapia intensiva, 14 in isolamento domiciliare); casi chiusi 5562 (5470 guariti, 92 deceduti).

 

 

Assembrati e senza mascherina bevevano birra davanti ad una pizzeria in violazione delle norme vigenti sul contenimento del Covid 19. Dieci persone sono state sorprese dai carabinieri della compagnia di Corigliano che hanno sospeso l’attività del locale di Schiavonea, frazione di Coriglian Rossano, e sanzionato il proprietario. Alla vista dei militari, gli avventori si sono dileguati, abbandonando le bottiglie di birra sul posto, mentre il proprietario è stato identificato. La sua attività è stata sospesa e il commerciante è stato sanzionato per la violazione delle prescrizioni relative all’apertura del locale oltre l’orario consentito e alla somministrazione e consumazione di bevande nei pressi dell’esercizio. E’ in corso l’identificazione degli avventori grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza, poste nella zona. I materiale è, al momento, al vaglio dei carabinieri.

fonte ANSA

Sono 77 i nuovi positivi, in aumento rispetto a ieri (erano 32). È quanto riporta il bollettino regionale nel quale si registrano anche 1.937 tamponi, 58 guariti e zero decessi. A livello provinciale i nuovi positivi sono così ripartiti: Catanzaro +5, Cosenza +42, Crotone +2, Reggio Calabria +27, Vibo Valentia 0, Estero +1. E' in risalita anche in Calabria l'indice di trasmissibilità del contagio Rt passato allo 0.96. La regione viene classificata a livello rischio moderato

E' quanto emerso dal monitoraggio settimanale dell'Iss-Ministero della Salute sull'andamento dei contagi da Covid. La variante Delta, dunque, comincia a fare vedere i propri effetti anche in Calabria, tanto che l'incidenza dei casi nella settimana 9-15 luglio è passato a 14,1 casi ogni 100 mila abitanti. 
    Già ieri, nel report settimanale di Gimbe, era stato evidenziato questo andamento con un aumento del 47,3% nella settimana 7-13 luglio rispetto a quella precedente. Dati ancora confortanti, invece, riguardo al tasso di occupazione dei posti letto, anche se la Calabria, con il 5,5% di occupazione in area medica è una delle tre regioni italiane con il tasso più alto. 
    Quello delle terapie intensive, invece, è dell'1,3%. E proprio l'occupazione dei reparti ospedalieri potrebbe diventare il discrimine per il cambio di colore nelle regioni adesso basato sul numero dei contagi. 
    L'andamento crescente dei contagi è confermato anche dal dato giornaliero. Nelle ultime 24 ore, sono 77 i nuovi casi, rispetto ai 32 di ieri, ma con un numero di tamponi pressoché identico (oggi 1.937). Risale, quindi, anche il tasso di positività passato dall'1,62% di ieri al 3,98% di oggi. Conforta, invece, lo zero al numero delle vittime per il quarto giorno consecutivo. I ricoverati in area medica sono 47 (-1) e tre quelli in rianimazione (+1). Tornano a salire (+19) anche i casi attivi e gli isolati a domicilio (+19). I nuovi guariti sono 58. 
    Intanto procede la campagna vaccinale. Ieri sono state 18.258 le dosi somministrate. E mentre a livello nazionale si continua a discutere se disporre la green card per l'accesso a manifestazioni o - per alcuni - anche per frequentare locali pubblici, Alessandro Leonardo Porco, sindaco di Iv di di Aprigliano comune di 2.700 abitanti in provincia di Cosenza, ha rotto gli indugi e per mantenere covid free il suo paese, ha disposto che per assistere alle manifestazioni di intrattenimento, culturali e sportive in programma durante l'estate per gli over 15enni sarà necessario esibire la "certificazione verde Covid-19" .

 

I Carabinieri e la Guardia di finanza hanno eseguito misure cautelari nei confronti di 45 persone nelle province di Salerno, Brescia, Napoli, Caserta, Cosenza e Taranto: le accuse sono associazione per delinquere con l'aggravante del metodo mafioso finalizzata alle frodi in materia d'accise e iva sugli olii minerali, intestazione fittizia di beni e società, e truffa ai danni dello Stato. I carabinieri del Comando provinciale di Salerno e i militari della Gdf di Salerno e Taranto stanno conducendo in tal senso un'operazione coordinata dalle direzioni distrettuali Antimafia di Potenza e Lecce ed eseguendo due ordinanze applicative di misure cautelari personali e reali emesse dai rispettivi gip. Altre 71 inoltre le persone denunciate a piede libero nell'ambito delle stesse indagini. Le attività investigative hanno dato modo di accertare l'infiltrazione del clan dei Casalesi e del clan Cicala nel lucroso mercato degli idrocarburi nei territori del Vallo di Diano (Salerno) e del Tarantino. 

 

Ancora nessun nuovo decesso In Calabria per il coronavirus. I nuovi casi di contagio sono 32 (ieri erano stati 56) e si abbassa il tasso di positività (da 2,48% a 1,62%).

Il totale dei tamponi eseguiti é 960.600 (+1.976). Complessivamente, le persone risultate positive sono 69.475. Sono questi sono i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende sanitarie provinciali della Calabria. 

Sette ordinanze di custodia cautelare sono state eseguite stamattina nei confronti di altrettante persone accusate di spaccio di droga e detenzione di armi. Gli arresti vengono eseguiti a Trani, Siderno (Rc) e Foggia. L’indagine “Knockout” dei carabinieri è coordinata dalla pm della Direzione distrettuale Antimafia di Bari Daniela Chimienti.

Due dei sette arrestati, già destinatari di una misura cautelare eseguita nel giugno 2019 nei confronti di pregiudicati di Trinitapoli, sono ritenuti vicini al clan Carbone-Gallone. Le indagini sul gruppo tranese sono partite due anni fa da un grosso sequestro di droga e armi da guerra.

 

Fonte agenzie

 

 

La Sesta Sezione Penale della Suprema Corte di Cassazione, ha fissato le prime udienze di discussione per il processo cd “Re Nudo”, indicando, rispettivamente, la data del 7 aprile prossimo per la posizione di Mandato, difeso dall’avv. Luigi Crusco e, attualmente, sottoposto all’obbligo di presentazione alla pg, nonché quella del 28 aprile per Coccimiglio Antonia, difesa dagli avvocati Francesco Liserre e Amedeo Valente, sottoposta alla misura degli arresti domiciliari a seguito del provvedimento del Tribunale del Riesame che ne aveva disposto la scarcerazione.

per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail