Droga e coltelli: controlli dei Carabinieri della Compagnia di Scalea nel fine settimana

Un fine settimana particolarmente movimentato quello appena trascorso sulla fascia costiera tirrenica, compresa tra i comuni di Tortora e Bonifati, a cui si sono aggiunti i festeggiamenti dell’Italia Campione d’Europa. Le attività di presidio del territorio dell’Alto Tirreno Cosentino, poste in essere dai Carabinieri della Compagnia di Scalea, al comando del capitano Andrea Massari, hanno visto l’impiego di numerose pattuglie lungo le arterie principali della dorsale tirrenica nelle diverse fasce orarie delle giornata, con particolare riguardo all’arco notturno. Oltre 150 le autovetture controllate e 210 le persone identificate. Ed è proprio da un controllo stradale che è maturato l’arresto di un 29enne pregiudicato di Tortora per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il ragazzo, nel tardo pomeriggio di venerdì, è stato fermato sulla S.S. 18 all’altezza del Comune di Diamante mentre era passeggero a bordo dell’autovettura condotta da un suo amico di origine campana. Insospettiti dall’ingiustificato stato di agitazione di entrambi, i Carabinieri della Sezione Radiomobile di Scalea hanno proceduto ad una perquisizione personale e veicolare rinvenendo, occultati nelle mutande del giovane tortorese, un sacchetto trasparente contenente 53 grammi di cocaina. Le analisi condotte con celerità dal Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti dell’Arma dei Carabinieri hanno permesso di accertare che dal quantitativo di sostanza stupefacente sequestrata, sulla base del principio attivo contenuto nello stesso, avrebbero potuto essere ricavate circa 258 dosi, da destinare alla vendita al dettaglio, per un volume d’affari superiore ai 3.000 euro. Informata la Procura della Repubblica di Paola, il 29enne à stato dichiarato in arresto, convalidato nel corso dell’udienza svoltasi sabato 10 luglio 2021 presso il Tribunale di Paola.

Nella serata di domenica invece, intorno alle ore 20:30, i Carabinieri della Stazione di Scalea e della Sezione Radiomobile sono intervenuti, a seguito di una richiesta pervenuta sull’utenza di emergenza 112, nei pressi della Stazione Ferroviaria di Scalea dove si era consumato un acceso litigio tra due giovani donne, di cui una di origine straniera, culminato con il ferimento di due persone. La lite, scaturita per futili motivi, ha visto un’iniziale scambio di calci e pugni molto animato tra le due donne sino a quando, la donna di origine straniera, ha estratto un coltello con il quale ha colpito la rivale ferendola al braccio sinistro. Il marito di quest’ultima, nel frapporsi tra le stesse, nel disperato tentativo di bloccare la consorte è stato anch’egli ferito al braccio sinistro. Giunti sul posto i militari hanno trovato l’arma da taglio, nel frattempo gettata in un vicino cestino della spazzatura, e contattato i sanitari del 118 che hanno medicato le lievi ferite riportate dai due malcapitati. Entrambe le donne sono state deferite in stato di libertà alla competente Procura della Repubblica di Paola.

per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail