Da diversi anni collaborano insieme con un progetto dedicato al cantautorato italiano, musica popolare e internazionale. Lei cantante molto affermata. Lui chitarrista con anni d'esperienza. Si tratta di Irene Cantisani e Ciriaco Siniscalchi che da tempo, ormai, stanno spopolando e facendo divertire il pubblico che accorre alle feste organizzate. Quelle all’aperto, con centinaia di persone. I due stanno portando avanti questo progetto da diverso tempo anche fuori dal nostro territorio. Ultimamente sono stati ospiti al peperoncino festival a Diamante e all’apertura del concerto di Riccardo Fogli a Buonvicino.

Vincenzo Chiappetta classe 2002 è un giovane regista e sceneggiatore cosentino. Dopo essere approdato al cinema con il cortometraggio “Mojito”, ritorna in sala con il cortometraggio “Aurora en rose”, una breve commedia romantica, in cui Stefano, giovane prestigiatore senza talento, incontra Aurora, figlia di un famoso mago, che cambierà per sempre la sua concezione dell’amore. Il cortometraggio è scritto e diretto da Vincenzo Chiappetta, con Lello Chiappetta che cura la fotografia e con Ilenia Pia Ciambrone e Francesco Carbone, nei ruoli dei protagonisti. Il corto sarà presentato domani, 28 settembre, al cinema San Nicola di Cosenza, alle 17. Il giovane sceneggiatore è vincitore del Best Comedy e Best First Time Director all’Halicarnassus Film Festival e destinatario di una nomination al Los Angeles Super Short Film Festival.

Carmine Sangineto giovane musicista poliedrico e versatile di Belvedere Marittimo, pronto con la sua Fisarmonica per volare in Portogallo. Prossima tappa del suo viaggio musicale è Cartaxo, Comune a circa 80 Km da Lisbona, dove si svolgerà l’1 Ottobre il Grande Festival Internacional de Acordeɑ̃o  organizzato dall’Escolas de Acordeɑ̃o di Andreia Sofia.  

Il Festival è giunto alla sua XI edizione, ha l’intento di riunire i fisarmonicisti provenienti da diverse parti del mondo che aderiscono alla manifestazione e in questo importante circuito dedicato alla cultura della Fisarmonica, Sangineto rappresenta l’Italia. In una straordinaria riunione di musiche ed esibizioni diverse, lui l’interprete della musica italiana, il giovane calabrese conquista uno spazio importante per narrare in modo personale la sua Patria e le sue origini, contribuendo a portare all’estero la nostra cultura. Per l’occasione Sangineto è stato invitato come Endorser dalla fabbrica Dino Baffetti Accordions che da oltre 40 anni è azienda leader nel settore di fisarmoniche in Italia e all’estero.

La storia artistica di Carmine Sangineto inizia molto tempo fa con l’organetto, cui approda a 8 anni per caso, trasformandosi da subito in una vera e propria passione gratificata tra l’altro da prestigiosi premi nazionali e internazionali. 

Si fa strada e si esibisce in varie manifestazioni come concertista. Successivamente inizia ad apprezzare la versatilità timbrica e melodica della fisarmonica e si forma al Conservatorio Tchaikovsky di Nocera Terinese (CZ) alla facoltà di Musiche Tradizionali. 

Parallelamente allo studio e ai concerti sviluppa un importante progetto, è fondatore e coordinatore didattico dell’Accademia dell’Ancia, una scuola di musica solida non solo sul territorio belvederese ma su tutta la costa tirrenica, punto di riferimento per i tanti che vogliono formarsi in musica. Un’eccellenza che ad oggi vanta più di 100 iscritti e oltre 30 corsi attivi. 

 

“Voglio esprimere i miei complimenti a Carmine Sangineto – ha detto il sindaco di Belvedere, Vincenzo Cascini - cittadino di Belvedere M.mo che svolge la sua attività nell'ambito musicale e da qualche anno è Presidente dell'Accademia dell'Ancia la scuola di musica fondata dallo stesso. Il giovane artista credo abbia avuto un notevole riconoscimento nell'essere stato invitato a Cartaxo in Portogallo per rappresentare l'Italia alla manifestazione internazionale di fisarmonica. È mio dovere congratularmi con Carmine augurandogli un bel percorso per la sua presenza in Portogallo a rappresentare il nostro piccolo e grande Paese.” 

 

È stato un successo la terza edizione di “Papasidero da valorizzare: percorsi di storia, preistoria, natura”. L’iniziativa, fortemente voluta dall’amministrazione comunale e dal sindaco Fiorenzo Conte, cofinanziata dalla Regione Calabria con fondi dedicati ai Comuni con una popolazione residente entro i 7.000 abitanti (all’art.65 della L.R. 13/85 e Deliberazione di Giunta n.156 del 20 aprile 2022), ha visto la realizzazione di un programma di attività finalizzate alla promozione di una rete di attrattori turistico-culturali presenti sul territorio del comune di Papasidero quali: il “Santuario della Madonna di Costantinopoli”, il Parco archeologico della “Grotta del Romito”, il “borgo Fantasma di Avena”, il “sentiero dei monaci” e il centro storico del borgo.

L’evento si è svolto venerdì 16 e sabato 17 settembre con un programma di visite guidate, orienteering e laboratori didattici nel Borgo e nel parco archeologico della grotta del Romito, degustazioni e un convegno finale, in collaborazione con la Polisportiva Valle Argentino, gli operatori di Visit Papasidero e DidasCalabria.

Nel borgo, in piazza Umberto, sono stati installati stand per la promozione e le degustazioni, si sono tenuti spettacoli d’intrattenimento con gli artisti di strada. Diversi gruppi di turisti della terza età e sociali hanno visitato il borgo di Papasidero, partecipando anche all’iniziativa di orienteering urbano organizzata dalla Polisportiva Valle Argentino ed alle degustazioni preparate con il supporto dell’Istituto alberghiero di Praia a Mare e dell’Azienda agricola Millaromi. Nel parco Archeologico della grotta del Romito, gli studenti delle scuole primarie e secondarie di Papasidero e Laino Borgo, accolti dagli artisti di strada, hanno partecipato ai laboratori didattici finalizzati alla promozione dell’outdoor, alla educazione ambientale ed hanno assistito all’inaugurazione del bassorilievo dedicato a Battista Cersosimo, primo custode del sito.

Sabato pomeriggio, grande interesse ha suscitato la presentazione ufficiale del “dolce del Bos Primigenius di Papasidero” con protagonisti prodotti gastronomici locali e il cedro. Una ricetta unica che il pasticciere Antonino Cicciù ha voluto donare alla comunità di Papasidero.

L’evento si è concluso con il convegno dal titolo “Uomo, Gastronomia e Natura”, moderato dalla giornalista Fabrizia Arcuri. I lavori si sono aperti con l’intervento del sindaco Fiorenzo Conte, visibilmente soddisfatto per la riuscita dell’intera manifestazione, a cui hanno fatto seguito gli interventi di: Luigi Gallo dell’ARSAC che ha trattato di biodiversità, qualità dei prodotti orticoli del Pollino e dei possibili risvolti occupazionali per i giovani del territorio; Luigi Bloise dell’Ente Parco Nazionale del Pollino che ha parlato dei siti archeologici e dei Geositi del Parco, riconosciuti anche patrimonio dell’Unesco; Angelo Napolitano di Visit Pollino, che ha affrontato il tema della centralità dell’uomo in un rapporto a impatto zero con i territori del Parco.

Una due giorni, dunque, estremamente interessante e per molti versi divertente, che ha coinvolto studenti, cittadini, visitatori e i tanti addetti ai lavori, intervenuti appositamente per partecipare all’evento come il gruppo di giornalisti della stampa italiana ed estera in visita al parco archeologico inserito nel programma del press tour organizzato dal Consorzio Operatori Turistici Diamante & Riviera dei Cedri.

Santa Domenica Talao è pronta ad ospitare la prima edizione del Tyrrhenian Jazz Festival. Cinque giorni di musica jazz internazionale dal 21 al 25 settembre no suggestivo palazzo Campagna, storico stabile recentemente ristrutturato e trasformato in una residenza artistica destinata ad ospitare eventi di varia natura. Alla guida di questo nuovo e entusiasmante progetto culturale la poliedrica Wilma Landrau dominicana oggi residente a Santa Domenica Talao e promotrice anche del gemellaggio che sarà sancito a Novembre tra le due città.

La Landrau ha accumulato un’ampia esperienza nel settore dell'ospitalità, del turismo e delle industrie in franchising. Dotata di una personalità dinamica ed estroversa padroneggia ben cinque lingue acquisite nel corso di esperienze lavorative a contatto con diverse culture etniche, dall'America Latina, ai Caraibi, passando per il Canada, l'Europa e il Medio Oriente. La passione per la musica e l’arte hanno fatto da corollario a questo nuovo progetto di rivalutazione di Palazzo Campagna destinato a diventare un’attrazione turistica e sede di eventi di varia natura. “Ho vissuto in 26 Paesi diversi e ho visitato Santa Domenica da ragazza per la prima volta. Me ne sono innamorata e messo trai miei obiettivi quello di tornare. Quando si è presentata l’opportunità di acquisire Palazzo Campagna ho preso al volo l’occasione. L’obiettivo è trasformarlo in una sede di eventi come matrimoni, concerti mostre e anche sede di “reunion familiari” per i tanti calabresi emigrati.

Per quanto riguarda il programma musicale saranno cinque giornate intense con diversi set. Si parte mercoledì 21 settembre alle 19:30 con The Birdland Quartet composto da Vito Procopio-Sax, Gianfranco Perrone-Piano, Pasquale Oliva-bass, Vincenzo Gallo-drums. A seguire Elena Welch-Vox accompagnata dallo stesso quartetto. Giovedì 22 settembre alle 19:30 sarà la volta di Joe De Gregorio- Piano & Vox e a seguire toccherà a Donna Lorainne-Vox accompagnata da Vito Procopio-Sax, Joe De Gregorio-Piano, Mimmo De Paola-bass, Vincenzo Gallo-drums. Venerdì il pubblico di Palazzo Campagna potrà assistere alle performance di Antonio Tufo-Accordion in formazione con Giuseppe Nardo-Guitar, Mimmo De Paola-Bass e Vincenzo Gallo-drums, e a seguire si esibirà Ray Brown, Jr-Vox sulle note di Vito Procopio-Sax, Joe De Gregorio-Piano, Mimmo De Paola-Bass e Vincenzo Gallo-Drums. Sabato e domenica gran finale. Si parte con Blu Busento Trio formato da Giuseppe di Nardo-Guitar, Mimmo De Paola -bass, Vincenzo Gallo-drums che a seguire accompagneranno l’esibizione di Elena Welch-Vox, poi sarà la volta di Donna Lorraine-Vox con i musicisti che si alterneranno fino all’ingresso sul palco di Ray Brown, Jr-Vox con Joe DeGregorio-Piano, Mimmo De Paola -Bass, Vincenzo Gallo-Drums. Domenica alle 19:30 esibizione di Andrea Paternostro Quartet con Andrea Paternostro-Sax, Vittorio Esposito-Piano, Gabriele Pagliano-bass, Stephano Riccio-drums, a seguire Elena Welch-Vox con Andrea Paternostro-Sax, Vittorio Esposito-Piano, Gabriele Pagliano-bass, Stephano Riccio-drums, e ancora Antonio Tufo-Accordion con Andrea Paternostro-Sax, Vittorio Esposito-Piano, Gabriele Pagliano-bass, Stephano Riccio-drums, Joe De Gregorio- Piano & Vox e Donna Lorraine-Vox con e a chiudere Ray Brown, Jr con Joe De Gregorio-Piano, Andrea Paternostro-Sax, Gabriele Pagliano-bass, Stephano Riccio-drums.

per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail