Regionali: il sottosegretario candida Magorno: ‘Rappresenta le forze progressiste calabresi»

Noi il candidato presidente della Regione Calabria ce l'abbiamo ed è Ernesto Magorno, un candidato autorevole che potrebbe essere benissimo rappresentativo di tutte le forze progressiste della Calabria». Lo ha detto Ivan Scalfarotto, deputato di Italia Viva e sottosegretario di Stato al ministero dell'Interno, a Catanzaro rispondendo alle domande dei giornalisti a margine di un incontro in Prefettura.

«Al momento mi pare che in Calabria - ha aggiunto - l'unica candidatura seria sia questa: solida, di una persona che ha grande esperienza, grande reputazione, di un ottimo sindaco di una città, Diamante, ben amministrata. Una candidatura che può attrarre tutte le forze di progresso e le persone perbene della Calabria. Poi noi siamo sempre aperti al dialogo ma al momento mi pare che l'unica candidatura seria sia quella». Su de Magistris: «Credo di non avere niente in comune, sul piano politico, con il sindaco di Napoli e penso anche che quella città abbia avuto dei problemi enormi, uno dei quali è legato alla sua situazione finanziaria estremamente grave, di cui mi devo occupare anche a causa del mio incarico di Governo».

Lapidario il giudizio di Scalfarotto sull’alleanza tra Pd e M5s: «Secondo me non ha alcun senso, un grande partito della sinistra democratica europea assieme ad un partito populista è una somma aritmetica ma non è una somma politica».

«Il fatto che questi due alleati non trovino una sintesi praticamente da nessuna parte, guardate il Comune di Roma o quello di Torino - ha aggiunto Scalfarotto - vuol dire che non c'è un senso politico a questa alleanza. Questo brancolare nel buio dell'alleanza cosiddetta centrosinistra, Pd - 5s, ma non mi viene neanche chiamarla centrosinistra, direi più sinistra e populismo che si dibatte nella confusione più assoluta senza trovare neanche una candidatura che resti in piedi».

 da Lacnews24

per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail