Caso Cotticelli. Paolini (Aiop): 'Figura inadeguata e senza alcuna competenza'

Ora lo dicono tutti . Noi lo affermiamo e denunciamo da tempo . Abbiamo detto a gran voce ed in tutte le sedi pubbliche che il generale in pensione non aveva alcuna attitudine e competenza . Ma il problema non è solo la inadeguatezza dei soggetti chiamati ad un compito troppo importante e difficile per le loro capacità . La vera questione che emerge in tutta la sua drammaticità in queste ore è il pericolo di affidare la gestione di un servizio essenziale-fondato su un diritto costituzionale -ad una sola persona . 
Il cui errore , la cui inadeguatezza ha provocato il disastro calabrese , il dramma di un popolo rimasto sguarnito di fronte all’emergenza e di tanti calabresi che,per questo,sono morti. 
Ciò non sarebbe accaduto se il responsabile non fosse stato un uomo solo ma il consiglio regionale , come dice la Costituzione. Si sarebbero attivati i controlli , le verifiche ,i confronti ,i contraddittori , insomma le procedure della democrazia. Con le sue lentezze, le sue prerogative ,i suoi oneri e le sue responsabilità. Insomma con la fine del commissariamento un caso Cotticelli non sarebbe potuto avvenire . 
Questo è il punto e questo dovrebbe fare il Governo : ripeto , l’uomo ( o la donna ) solo al comando non è la soluzione , e può diventare ( come nel grottesco caso Cotticelli ) il problema . 
 
Enzo Paolini
presidente AIOP
per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail