Belvedere sfiducia. Massimo Raffo il nome della svolta

Potrebbe essere l’avvocato Massimo Raffo, la persona su cui è stato trovato l’accordo tra parte della maggioranza e opposizione, per far cadere il già sindaco di Belvedere Vincenzo Cascini. L’avvocato belvederese potrebbe aver raccolto le simpatie della minoranza consiliare che ha permesso, assieme ai tre della maggioranza, di mettere in crisi il comune e il successivo scioglimento del Consiglio.

Massimo Raffo, avvocato e imprenditore, da anni in politica, di ispirazione berlusconiana, manifesta legittime ambizioni di poter aspirare alla poltrona di primo cittadino.

Alla ricerca di un candidato da poter presentare il centrosinistra consiliare, “Belvedere Città Futura”, in fase di trattativa, potrebbe aver visto di buon occhio il nome del consorte della consigliera comunale Stefania Scoglio, in un primo tempo vicina a Cascini per poi allontanarsi e formare il gruppo autonomo con Spinelli e Carrozzino. La stessa Scoglio che aveva mostrato ottime capacità di gestione della cosa pubblica e papabile per un assessorato. Resta da vedere come si metteranno gli altri aspiranti sindaco, a cominciare da Vincenzo Spinelli che intende proseguire sulla scia di Granata e company e Vincenzo Carrozzino che ha sempre aspirato a fare il primo cittadino. A questi nomi si deve aggiungere quello di Ugo Massimilla che non ha mai nascosto le sue ambizioni a vestire la fascia tricolore, seguendo la linea politica di una forza alternativa di centrosinistra democratica e quello di Eugenio Greco

Antonello Troya

per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail