“Per Scalea” chiede rispetto per la campagna elettorale. E se la prende con la stampa

La campagna elettorale per le elezioni comunali di Scalea del 2020 si è aperta con alcuni isolati, ma feroci, commenti denigratori ed offensivi nei confronti della lista PER SCALEA.

Come spesso accade, tali commenti provengono da fuori Scalea, probabilmente da gente che, direttamente o tramite blog scandalistici, pensa di poter cercare la propria gloria personale seminando veleno nella nostra comunità.

La lista PER SCALEA respinge fermamente tali modi di interferire nella nostra campagna elettorale, costituiti da interventi fatti di illazioni fuorvianti ed infondate, basate sull’equivoco e sull’ammiccamento, e dettate da un modo di fare informazione approssimativo e parziale, se non palesemente interessato.

Scalea ha già vissuto una lunga stagione di veleni prodotti da sfrenate ambizioni politiche, ne ha pagato un prezzo troppo alto, fatto anche di tanti casi di coinvolgimento di persone poi risultate assolutamente innocenti, e sta facendo un grande sforzo per uscirne in maniera dignitosa.

Abbiamo trovato la forza di rinnovare la nostra politica, che - a differenza che altrove - conserva una sua reale dialettica, e non tolleriamo che gente che coltiva i propri interessi in altri paesi possa ostinarsi a seminare veleno a Scalea. Il tempo dei veleni è finito! L’illazione fatta per tornaconto, per vanagloria, o anche solo per godere dell’effimera gioia di qualche like e qualche accesso in più al blog, non ha nulla a che fare con la giustizia. La Giustizia vera non è mai tornaconto personale!

A chi si arroga la parte del fustigatore noi opponiamo la verità e la forza di una lista composta da gente onesta e pulita, lavoratori e padri di famiglia, gente che rappresenta un rinnovamento maturato non per ambizione personale, ma per una comune consapevolezza tra le diverse generazioni che hanno compreso come questo fosse il momento di cambiare. Oggi a Scalea la vera notizia è che la precedente generazione di politici, di tutti gli schieramenti, ha lasciato il passo alla generazione successiva, e non per costrizione, ma per scelta sincera, per una maturità politica che non per tutti è facile da cogliere. Oggi la notizia è che gran parte dei candidati di tutte le liste rappresenta un rinnovamento assoluto per l’amministrazione del Comune di Scalea.

Se davvero si volesse fare informazione veritiera e dettata da sentimenti di giustizia, si dovrebbe almeno cercare di dire la verità, si dovrebbe almeno precisare che le persone citate in malus in realtà sono state definitivamente assolte dalla giustizia, oppure non sono mai state neanche sottoposte a giudizio, dopo aver subito e sopportato la gogna del sospetto. Chi parla o si occupa di giustizia non può far finta di non sapere queste cose e, soprattutto, non può permettersi di ignorare i principi di civiltà giuridica dettati dalla nostra Costituzione. È anche questione di deontologia professionale.

Il fatto di barcamenarsi su un blog scandalistico piuttosto che su un profilo social non fa venir meno il dovere di verità e di giustizia, soprattutto quando ci si mostri nel ruolo di fustigatore o di giornalista d’inchiesta, perché l’inchiesta si fa con la ricerca delle fonti su tutti i fronti, non a favore di una parte contro un’altra, trascurando di indagare sulla prima e rimuginando a carico della seconda notizie vecchie, parziali e superate dalle successive pronunce giudiziarie.

Siamo ben consapevoli dell’alto valore della libertà di espressione e di critica, come del diritto di informazione, che rispettiamo fermamente, ma, nell’esercizio della nostra libertà di manifestazione del pensiero, altrettanto lecita, non possiamo non affermare che i commenti falsi ed interessati non costituiscono esercizio di giustizia ma l’esatto contrario, l’ingiustizia più inaccettabile, frutto di deliberato intento denigratorio, fatta di tornaconto personale, parzialità e falsità.

A chi da fuori cerca di interferire con tali metodi sulla nostra campagna elettorale esprimiamo, quindi, la nostra più ferma riprovazione, perché Scalea non vuole più veleno nella propria politica, ma solo impegno onesto ed assennato, che le donne e gli uomini di questa lista assicurano a pieno titolo e senza ombra di dubbio.

La lista

PER SCALEA

per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail