Fanno scarsa attività fisica, mangiano poca frutta e verdura e 4 su 10 sono in lotta con la bilancia, soprattutto andando avanti con l'età. Tanto che, tra gli over 65 i problemi di peso riguardano quasi 6 persone su 10.

È la fotografia della popolazione italiana adulta e anziana scattata dai Sistemi di sorveglianza Passi e Passi d'Argento 2016-2019, coordinati dall'Istituto Superiore di Sanità (Iss) e volti a monitorare e prevenire i fattori di rischio per la salute.

Per quanto riguarda la fascia di età 18-69 anni, il 40% è in eccesso di peso, di questi 3 sono in sovrappeso e uno obeso. Appena uno su 10 consuma la quantità di frutta e verdura raccomandata dalle linee guida per una corretta alimentazione, ovvero 5 porzioni al giorno.

La sedentarietà è più frequente con l'avanzare dell'età, fra le donne e fra le persone con uno status socio-economico più svantaggiato o con basso livello di istruzione. In alcune Regioni meridionali la quota di sedentari supera abbondantemente il 50% della popolazione (Basilicata e Campania). Quanto all'alcol, tra gli adulti uno su 6 ne fa un consumo a rischio. Ancora alto, inoltre, il numero di fumatori: un italiano su 4, tra 18 e 69 anni, non rinuncia alle sigarette. Percentuale che scende andando avanti con l'età e si riduce al 10% tra gli over 65.

Questa pubblicazione di dati, sottolineano gli autori, "avviene dopo i difficili mesi del Covid-19 ed è il segno di un impegno importante da parte dei dipartimenti di prevenzione sul territorio, anche in questo momento di particolare difficoltà sul sistema sanitario".
   

 

fonte ansa

Durante il lockdown anche chi non lo considerava favorevolmente si è dovuto ricredere (anche perchè non c'era altra scelta), sull' allenamento fitness a casa. Il workout da soli o teleguidati ha rappresentato prassi della quarantena: palestre e circoli sportivi, associazioni, influencer, trainer nei mesi di quarantena hanno messo a disposizioni lezioni on lineed allenarsi così, in collegamento zoom o youtube o da qualunque altra piattaforma è diventato  un'abitudine.
Secondo gli osservatori sarà una di quelle 'comodità' che non finiranno nei prossimi mesi, tutt'altro. “Gli ultimi eventi hanno rivoluzionato completamente l’industria del fitness - osserva Giovanni Ciferri CEO di Buddyfit, una nuova applicazione gratuita per consentire alle persone di allenarsi in qualsiasi luogo con il supporto di un personal trainer. Workout personalizzati o allenamenti in diretta - ed oggi le esigenze delle persone sono cambiate. Dopo aver sperimentato la possibilità di allenarsi anche a casa, le persone ricercano la flessibilità di potersi allenare dove vogliono e quando vogliono abbinando alla palestra il lavoro a casa".
Zlatan Ibrahimovic Global è il Brand Ambassador di Buddyfit e Diletta Leotta, Brand Ambassador per l’Italia. Ci si allena in diretta con il proprio trainer in video, oppure seguendo un workout personalizzato sui propri obiettivi, senza i vincoli di tempo e luogo. 
Il mercato del fitness online è in crescita: già oggi oltre 100 tra i migliori personal trainer in Italia e più di 3.000 persone utilizzano l’app ogni mese per ogni specialità dall’allenamento funzionale alla palestra, dal Pilates allo Yoga, passando per il Calisthenics e gli allenamenti posturali.
Dopo il mercato della ristorazione, rivoluzionato dalle piattaforme di delivery, anche il mercato del fitness si accinge dunque ad entrare nell’era digitale. Arriva così dagli Stati Uniti il trend del coaching online favorito dalle nuove abitudini nate con la pandemia.

per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail