Il Cosenza torna al successo conquistando tre punti di platino contro il Como, battuto 3 a 1 al Marulla, al termine di una gara combattuta dove i rossoblu, nonostante la differente caratura tecnica, hanno messo in campo grinta, sacrificio e tanto cuore, portando a casa un successo bello e meritato. Primo tempo pieno di emozioni ma anche di errori difensivi, chiuso sul 2 a 1 per i rossoblu che nel giro di 4′ minuti, dal 37′ al 41′, vanno sul doppio vantaggio prima con la sberla al volo di D’Urso sul secondo palo (prima rete stagionale per lui) e poi con la conclusione (sempre al volo) di Rigione che sfrutta l’uscita a farfalla del portiere Ghidotti. Dall’altra parte Matosevic non è impeccabile sulla conclusione di Vignali sul primo palo che trova la rete e riapre il match. Nella ripresa il Como attacca a testa bassa, ma i rossoblu resistono, lottando su tutti i palloni e sfruttando anche gli spazi che i lariani lasciano in difesa per cercare la rete del pari. A 10′ dal termine il Como resta in dieci per il doppio giallo a Binks e il Cosenza affonda il colpo, prima sfiorando il tris con la conclusione di Brescianini e poi trovando la rete del 3 a 1 con il colpo di testa di Meroni che di fatto chiude il match e permette al Cosenza di portare a casa il successo e prepararsi al derby di sabato prossimo contro la Reggina.

 da QuiCosenza

Si è svolta, nei giorni scorsi, in occasione della iniziativa ‘Sport City’ la giornata dedicata allo sport presso il Centro Sportivo Polivalente di Praia a Mare, con l’impegno di diverse realtà del mondo dell’associazionismo e il supporto di diversi istruttori nelle varie discipline. Questa iniziativa, realizzata dal Comune di Praia a Mare, si aggiunge alle altre svolte presso il centro Sportivo Polivalente gestito, attraverso un bando pubblico, dall’UNPLI Provincia di Cosenza, un ente privato di Terzo Settore, "portatore di interesse" trasversale e diffusi.

L’UNPLI è l’ente privato maggiormente presente in modo capillare in ogni angolo d’Italia e non solo, e rappresenta con qualità e competenze specifica il management relativo agli aspetti della promozione sociale, la valorizzazione e promozione dei luoghi, il patrimonio monumentale e immateriale con le varie peculiarità attraverso diversi programmi e progetti nei vari territori (oltre 100) della provincia di Cosenza. È una delle prime reti nazionali riconosciuta dal Ministero delle Politiche Sociali e del Lavoro anche per l’affiancamento alla composizione del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore oltre che da altri ministeri Cultura, Turismo, Istruzione, Politiche Agricole, Ambiente e altri organismi pubblici - privati.

Il centro sportivo polivalente Praia a Mare ha aperto le porte dal mese di luglio, presentando il mese di maggio presso la Provincia di Cosenza la programmazione annuale del centro e la guida ‘Visit Unpli Cosenza’, dopo una serie di attività/incontri relativi al programma di sviluppo attraverso una programmazione partecipata e al coinvolgimento delle associazioni e delle istituzioni. Nel programma di sviluppo, dopo tutte le procedure burocratiche, si sono pianificate attività dedicate al mondo della cultura, sociale, ambiente e sport evidenziando le varie opportunità per i giovani anche con il percorso delle competenze trasversali e per l’orientamento di diversi percorsi con istituti scolastici di secondo grado, nello specifico per quanto riguarda l’artigianato artistico, i vari indirizzi del turismo, dell’accoglienza e della gastronomia, attraverso diversi protocolli con Anpal Servizi, agenzie formative e di categorie. Si sono svolti incontri per lo sviluppo di aree tematiche relative al settore dell’ agricoltura con la possibilità di aprire lo sportello e accedere a diversi bandi con l’ente Baticos; iniziative con la Pro Loco locale e con il Consorzio Pro Loco Riviera dei Cedri, ai bandi / programmi dedicati al Terzo Settore con il Forum Terzo Settore Tirreno Cosentino e CSV Cosenza con il percorso dell’accessibilità; attività motorie anche per la terza età con la UISP e Federanziani / Case di cure e il percorso dedicato all’invecchiamento attivo; arti terapie con Artedo, le misure del Gal Riviera dei Cedri anche per i comuni e il coinvolgimento di artisti locali. Il modello che si vuole portare avanti - dichiara il Presidente Antonello Grosso La Valle - è quello «proattivo» per il coinvolgimento di partner pubblici – privati; per la creazione di un hub di informazioni e servizi per il mondo del terzo settore, sportivo e cultura; la razionalizzazione e valorizzazione di idee/progettualità per determinare la centralità del centro sportivo polivalente Praia a Mare e conseguente rafforzamento delle realtà esistenti.

In questi mesi, il centro sportivo polivalente ha visto la partecipazione di scuole calcio, tennis, turisti che hanno praticato sport organizzando tornei come quello sport e vacanze, ed altre attività informative / formative, partendo dall’indirizzo sport e salute ma soprattutto lo stesso è diventato il punto di riferimento non soltanto per la comunità di Praia a Mare, ma per tutto l’alto tirreno cosentino e anche altre regioni, grazie proprio alla rete Unpli. Questo percorso vede l’UNPLI Provincia di Cosenza al centro per la valorizzazione e promozione dei beni pubblici con la gestione di beni monumentali e altre strutture e rientra nella più ampia azione anche all’interno del Forum Regionale del Terzo Settore per quanto riguarda la commissione/dipartimenti beni comuni e turismo.

In conclusione, afferma il consigliere nazionale Grosso La Valle: “queste azioni rientrano nella missione dell’Ente UNPLI in quanto capace di diffondere buone prassi ma soprattutto concentrare l’attenzione nella progettazione e dove oggi l’UNPLI, anche oltre i confini regionali, determina lo sviluppo locale ma soprattutto il valore aggiunto certificato dall’importanza dell’impatto sociale e dalla creazione di opportunità ma anche il supporto alle istituzioni pubbliche e private, nella logica del partenariato, alimentando un effetto moltiplicatore. Grazie alla nostra tradizione di dialogo - continua il presidente - coordinamento e radicamento sul territorio, valorizziamo i campanili abbattendo i campanilismi. Abbiamo costruito un sistema organizzativo ampio e articolato ma anche flessibile; operiamo nelle singole realtà locali in modo puntuale e capillare, pur mantenendo una visione d'insieme e indirizzo di responsabilità e ruoli; vogliamo coniugare le particolarità e l'individualità di ciascuno con il "fare sistema”. Vogliamo - sottolinea - considerare con grande attenzione e merito quegli enti pubblici, dove amministratori lungimiranti hanno da subito instaurato un rapporto di rispetto istituzionale costante e collaborativo rafforzando l’indirizzo dei ruoli al fine di evitare isolamenti e/o azioni singolari. E nella chiusa Grosso la Valle evidenzia come: “da sempre l’ UNPLI Provincia di Cosenza ha trasmesso, a tutti gli enti pubblici, l’indirizzo programmatico del coinvolgimento attivo e istituzionale per alimentare il valore del Terzo Settore e la mission che appunto come ente dedica ai beni pubblici per una crescita sociale, culturale ed economica nella sostenibilità e coesione”.

Il Comune di Scalea ha vinto il Ride Green Awards 2022, progetto dedicato alla sostenibilità del Giro d'Italia 2022, come città più virtuosa nella raccolta differenziata dei rifiuti tra quelle che hanno ospitato gli arrivi di Tappa. Sul podio del premio con Scalea i comuni di Cuneo e Napoli, rispettivamente secondo e terzo. Per quanto riguarda invece le sedi delle partenze di tappa, ha trionfato Isernia, seguita da Parma e Avola. Il 12 maggio 2022, Scalea ha ospitato la sesta tappa della 105esima edizione del Giro d'Italia, ovvero la Palmi - Scalea Riviera dei Cedri, promossa da Comune di Scalea in collaborazione con Regione Calabria, Parco nazionale del Pollino ed ECOtur. Nel dettaglio, Ride Green Awards 2022 è il progetto di social responsibility della Corsa Rosa collegato alla raccolta differenziata nelle località di tappa, al BiciScuola e al Giro-E. I riconoscimenti sono dunque andati ai centri che si sono contraddistinti in materia ambientale durante l’edizione 2022 della corsa. Durante la manifestazione sportiva, il contributo del Comune di Scalea è stato rivolto al fare da tramite tra le società e i consorzi locali per arruolare volontari nelle eco-isole per la corretta gestione dei flussi. Complessivamente, Ride Green ha fatto in modo di raccogliere oltre 46.000 chilogrammi di rifiuti durante la Corsa Rosa, di cui l’85% differenziati e avviati al riciclo. “Siamo orgogliosi di questo riconoscimento per la nostra città – commenta soddisfatto Giacomo Perrotta, sindaco di Scalea –. È straordinario essere premiati a livello nazionale in un ambito così importante come il rispetto per l'ambiente. Per di più nel contesto del Giro d'Italia che è anche un fenomeno culturale a tutto tondo".

per proseguire la lettura
Inserisci la tua mail